skip to Main Content

 

Al Centro Agroalimentare e Logistica di Parma si trova tutto, e di tutti i prodotti si trovano tante varietà differenti.
La selezione è fatta presso i fornitori più attenti all’assortimento per soddisfare le richieste di un mercato che ha sempre più interesse per l’origine, le differenze di gusto, la tipicità. Ma la qualità è la cosa che conta di più: al Centro è così alta e costante che gli ordini si possono fare anche per telefono e senza temere delusioni…

 

 

Qualità merceologica: controlli sistematici al CAL

Tutta la merce commercializzata all’interno del CAL viene costantemente tenuta monitorata dal punto di vista qualitativo. I tecnici del CAL controllano tutti i concessionari constatando la conformità alle norme europee dei prodotti ortofrutticoli; in particolare vengono prese in esame tutte le disposizioni relative alla qualità, alla calibratura, alle tolleranze, alla presentazione ed alle indicazioni esterne.
Inoltre la sicurezza del consumatore è tutelata grazie ad analisi dei residui di antiparassitari che il CAL predispone in collaborazione col gruppo BIOLAB.

I controlli qualitativi sull’ortofrutta ricevuta dal CAL sono eseguiti dall’Addetto Controlli con una frequenza di due volte alla settimana; un controllo è fatto nelle ore notturne dei giorni di intensa attività di mercato (lunedì, mercoledì, venerdì), in collaborazione con lo Studio Agronomico Associato Think Quality (BIOLAB) e vengono controllate le partite appena scaricate, quando ancora le contrattazioni non sono iniziate e la merce sosta davanti alla serranda dei concessionari. L’altro controllo è fatto dal CAL nelle ore mattutine, a contrattazioni in corso, sulla merce posta all’interno degli stand dei concessionari, in giorni stabiliti mensilmente. I controlli da eseguire sono pianificati mensilmente dall’Addetto Controlli (in collaborazione con BIOLAB) sul documento M.003 – Programma dei controlli. I concessionari presso i quali effettuare i controlli sono indicati sul documento M.003 il giorno prima in quanto i controlli stessi dipendono dalla quantità di merce scaricata.

Gli strumenti utilizzati per i controlli qualitativi sono (Rif.to elenco strumenti M.004):
– Calibro a corsoio; per verificare la rispondenza delle indicazioni in etichetta.
– Bilancia di precisione; utilizzata nel caso il calibro del prodotto sia espresso in grammi.
– Refrattometro; per controllare la gradazione zuccherina in quei prodotti nei quali questo parametro è normato dalla legislazione comunitaria.
– Spremiagrumi e beker graduato; per misurare la quantità di succo negli agrumi.
– Fotocamera digitale; per fotografare eventuali anomalie riscontrate durante l’ispezione.
· Il numero di controlli riservati a ciascun concessionario è proporzionale al volume d’affari dei concessionari stessi (definito il giorno stesso di effettuazione dei controlli e registrato sul documento M.003).

L’operazione di ispezione qualitativa dura mediamente due ore, durante le quali vengono effettuati circa 12 controlli.

Il numero di colli da campionare per ogni partita, dipende dal numero di colli totali compresi nella partita stessa:
– fino a 100 … … 5 colli
– da 101 a 300 … … 7 colli
– da 301 a 500 … … 9 colli
– da 501 a 1000 … … 10 colli
– oltre 1000 … … 15 colli (minimo)

Qualora la partita controllata fosse alla rinfusa, il campione da prelevare dovrà interessare almeno le seguenti quantità:
– fino a 200 Kg … … 10 Kg
– da 201 a 500 Kg … … 20 Kg
– da 501 a 1000 Kg … … 30 Kg
– da 1001 a 5000 Kg … … 60 Kg
– oltre 5000 Kg … … 100 Kg (minimo)

Per quanto riguarda la qualità merceologica dei prodotti, sono presi in considerazione tutti gli aspetti che possono pregiudicare la valutazione finale (calibro, forma, maturazione, colorazione, sviluppo, altri difetti), determinandone la declassazione da I a II scelta.

Per quanto riguarda il confezionamento della merce, viene verificata la rispondenza delle etichette alle norme comunitarie in vigore, che vengono periodicamente aggiornate via internet.

Sia per i parametri qualitativi, sia per quelli di etichettatura, si tiene conto della percentuale di tolleranza indicata dalle norme CEE (rif.to elenco norme tecniche).

Gli esiti delle verifiche sono registrati sul documento M.005 – Scheda controlli qualità sulla quale sono evidenziati eventuali difetti tali però da non compromettere la vendibilità della partita.
Le verifiche che riscontrano difetti gravi, tali da rendere la partita non adatta alla vendita, vengono registrate su apposito rapporto di non conformità emesso da BIOLAB.
Tutti i controlli effettuati sono archiviati dal CAL sia come documentazione cartacea sia come archivio elettronico.
I risultati dei vari controlli vengono consegnati alle rispettive ditte concessionarie in maniera strettamente riservata, nei tempi più brevi possibili. Le schede M.005 consegnate ai concessionari sono siglate dall’Addetto ai Controlli e dal Direttore.

Back To Top